Video Corrado Guzzanti

Loading...

lunedì 8 giugno 2009

Mi sbilancio




Ci sono dei fili, anzi delle correnti, che legano le persone ai personaggi. Le vite ai racconti. L'ispirazione artistica ai sensi sovraeccitati e i canoni letterari al proprio autodissolvimento. Là dove il narratore si fa personaggio e delega i suoi pari a integrare la storia che va raccontando. Dove lo scrittore, l'editore, il grafico, la copertina, i personaggi, la trama, le trame, i lettori, gli assassini, la musa ispiratrice.. sono al tempo stesso dentro e fuori il romanzo. Dentro e fuori. Tutti vivono e tutti scrivono i loro pezzi. Che si tratti di un un commissario che prova a far pubblicare un proprio racconto intitolato la ragazza con l'assorbente, o di un donatore di sperma, che progetta un videogame sui conflitti intergenerazionali. E gli schemi narrativi vengono rovesciati, strattonati, capovolti, spezzettati e rimontati per poi essere rismembrati di nuovo, e poi ancora accarezzati, eccitati, penetrati, svuotati... E la poesia si spinge al di là del blasfemo, là dove solo dove in pochi possono accedere senza perdersi. Senza far perdere al tutto quella sorta di candore originario. Il matto (il protagonista scrittore) riesce a farlo mantenendo gli occhi puliti come quelli di un bambino.

Quando le pagine si sfogliano da sole.

Nessun commento:

Video Silvio Berlusconi

Loading...

Blob - Video

Loading...

Video Michele santoro

Loading...