Video Corrado Guzzanti

Loading...

sabato 15 marzo 2008

Provvisorio 3. Verso Taidornos

Mi svegliai all’interno di una capsula sigillata, rigida e trasparente. Sopra di me, a circa tre metri di distanza una specie di soffitto di colore bianco. Su tutto il corpo avevo una sorta di muta aderente, anche questa di colore bianco, che mi fasciava completamente dalle caviglie fino al collo, lasciandomi scoperte le mani, la testa, ed i piedi che comunque calzavano delle scarpe azzurrine di gomma. Feci per alzarmi e lastra trasparente si mosse da sola. Mi misi in piedi e mi accorsi che mi trovavo all’interno di un enorme stanzone pieno di queste capsule. Centinaia e centinaia di capsule disposte l’una di fianco all’altra, con all’interno uomini e donne di tutte le età. Tutto intorno era un silenzio assoluto rotto da un’impercettibile turbinio che sembrava provenire da sotto il pavimento. Feci un paio di passi, poi mi voltai ed intravidi una porta ad una decina di metri che si aprì quando mi trovai a mezzo metro di distanza. Fuori erano due uomini con la stessa tuta che indossavo io ma vestiti di verde. Salve Muad’dib disse uno di loro, il capitano Mercurio ti sta aspettando. Mi fecero passare per una serie di corridoi e prendere due o tre ascensori, all’inizio ero tentato di tenere a mente il percorso fatto ma presto mi resi conto che era impossibile. Ci siamo disse uno dei due dopo una ventina di minuti di cammino, e si aprì una porta che dava su di una stanza tondeggiante, organizzata su due livelli ai cui lati erano seduti alcuni uomini con lo sguardo rivolto verso i monitor davanti. Al centro del piano superiore, seduto davanti ad una plancia semicircolare trasparente era un uomo vestito di blu. Salve Muad'dib, mi disse, ti stavo aspettando. So che muori dalla voglia di sapere dove sei, dove stiamo andando e soprattutto perché ti chiamo così. Ma una cosa alla volta. Innanzitutto, la prima cosa che posso dirti è che la tua esperienza sulla terra è definitivamente conclusa. E anche se per qualche minuto è sembrato che la tua vita terrena dovesse prorogarsi ulteriormente alla fine è stato deciso di averti qui tra noi. Attualmente ti trovi sulla nave Delta 9 e facciamo rotta verso Taidornos, una tra le poche regioni ancora libere della seconda dimensione di mezzo. Capitano ci siamo, disse una voce proveniente dal basso, tra pochi minuti entreremo nell’orbita del pianeta.

Nessun commento:

Video Silvio Berlusconi

Loading...

Blob - Video

Loading...

Video Michele santoro

Loading...